Comunione: come realizzare da soli l’abito
Comunione: come realizzare da soli l’abito

Comunione: come realizzare da soli l’abito

Il freddo e lungo inverno sembra ci stia dicendo addio lasciando il posto alle classiche giornate calde primaverili. I mesi di aprile e maggio sono spesso dedicati alle celebrazioni delle comunioni a Roma, eventi molto importanti per le famiglie e per i bambini che ricevono per la prima volta l’Eucarestia. La scelta dell’abito giusto per questo importante giorno non è affatto semplice, per i bambini in genere si opta per un completo pantalone e giacca mentre le femmine amano indossare abiti più elaborati. Il costo dell’acquisto dell’abbigliamento può incidere molto sul budget che la famiglia ha a disposizione per festeggiare l’evento, realizzare da soli o con l’aiuto di qualcuno che abbia abilità nel campo del cucito può permettere di risparmiare una cospicua somma di denaro e realizzare un abito speciale e personalizzato.

I vari step

In questo giorno di festa l’unico desiderio della famiglia del festeggiato è che rimanga per sempre impresso nel cuore di tutti i fortunati invitati all’evento. Com’è stato già detto in precedenza è possibile confezionare da soli un abito per la cerimonia originale ed unico, basta avere pazienza, un ago, un filo, della stoffa, dei bottoni, una cerniera, degli spilli, un metro, un modello e una macchina per cucire. Di seguito sono illustrati i vari step da seguire per realizzare un abito in casa.

  • Scegliere la stoffa con la quale verrà realizzato l’abito, i tessuti classici sono il taffettà, il raso, l’orlato e il pizzo sangallo, ma è possibile anche optare per stoffe di cotone, pique e a nido d’ape. E’ consigliabile realizzare un modello che possa essere poi riutilizzato magari per festeggiare un compleanno o qualsiasi altra occasione importante.
  • Prendere le misure della bambina che indosserà l’abito, facendo particolare attenzione alla circonferenza della vita e del torace, la lunghezza della gonna, sia davanti sia dietro, della manica e l’ampiezza delle spalle.
  • Riportare le misure ottenute su un modello.
  • Appoggiare delicatamente e con precisione la stoffa scelta al modello, è importante lasciare un margine di un centimetro per poter poi realizzare le cuciture. Per quanto riguarda invece l’orlo è bene lasciare un margine di 5 cm.
  • Imbastire con ago e filo le varie parti dell’abito, lasciando per ultimo il girovita della gonna e della vita. E’ importante sapere che durante questa fase il giromanica e il girobraccio devono avere la stessa misura d’ampiezza.
  • Controllare che le misure siano state riportate correttamente sul modello e poi cucire di nuovo con l’aiuto della macchina per cucire. La cerniera deve essere preferibilmente cucita a mano.

Eremo