Museo delle auto della Polizia
Museo delle auto della Polizia

A Roma c il Museo delle auto della Polizia

Quante volte abbiamo pensato di prenotare un hotel a Roma per un weekend con gli amici, un’uscita familiare o una romantica fuga? Ricca di storia e con i suoi tanti musei, ma anche pullulante di vita e negozi nel centro offre ogni volta un aspetto sempre nuovo della città. Ma oltre a quelli che potrebbero essere considerati i luoghi comuni della capitale, Roma sa offrire attrattive anche a un turismo di nicchia, soddisfare i curiosi e dare, perché no, un motivo in più per tornarci ancora una volta.

Dagli anni Trenta ad oggi

Questo potrebbe essere il caso del nuovo Museo delle Auto della Polizia di Stato. Il museo, oltre a essere un tributo alle forze della Polizia di Stato, è la mecca degli appassionati di auto storiche che non potranno rinunciare a visitare la collezione che raccoglie i più bei mezzi dagli anni Trenta ad oggi. Il museo si trova in via dell’Arcadia 20, in un padiglione dell’ex Fiera di Roma. Vi sono esposte auto, volanti, moto, scooter, bici e addirittura un gatto delle nevi che hanno fatto il costume della Polizia e anche dell’Italia. Non passano inosservati i veicoli che sono diventi pezzi di storia come la jeep utilizzata nel dopoguerra, le Moto Guzzi in dotazione della Sradale e ancora le Alfa Romeo della Squadra Mobile.

Anche una Ferrari e cimeli storici

Spiccano una Ferrari modello 250 GTE nera del ’62, la Pantera usata dal maresciallo Armando Spatafora, unica nel suo genere nel mondo della Polizia. Si tratta dell’auto che, secondo la leggenda capitolina, abbia percorso anche la scalinata di piazza di Spagna. Quello al Museo delle Auto della Polizia di Stato è un percorso nella storia, tra una settantina di mezzi storici ritenuti dei veri e propri gioielli gli appassionati delle auto e veicoli d’epoca. All’interno del museo, inoltre, c’è un’area riservata appositamente allestita per esporre i cimeli storici, i caschi, gli stivaletti, i berretti, le palette per l’alt, le ricetrasmittenti e tutte quelle apparecchiature date in dotazione ai poliziotti usate dagli anni Sessanta. Il costo del biglietto per visitare il museo è popolare, mentre per il personale di Polizia in servizio o in quiescenza è gratuito. Gli incassi raccolti saranno donati al Fondo di Assistenza del personale di Polizia nell’ambito del Piano Marco Valerio che sostiene gli operatori affetti da patologie gravi.

Dove alloggiare

Il museo non è molto lontano dai luoghi della vita romana, tra gli hotel nelle vicinanze c’è l’Hotel Laurentia, per esempio, ottimo compromesso per raggiungere in auto o con i servizi i maggiori luoghi d’interesse a Roma.


Eremo