quotazione argento
quotazione argento

La quotazione dell'argento: tutto quello che c' da sapere

Insieme con l'oro, l'argento è uno tra i metalli più preziosi al mondo: anch'esso viene quotato all'oncia o al grammo, a seconda del mercato di riferimento, mentre la sua purezza viene indicata in millesimi. Gli investitori seguono in modo particolare l'argento, secondo solo all'oro per l'interesse che suscita, e non a caso esso viene ritenuto dagli esperti un bene rifugio. Il London Silver Market, cioè il mercato di Londra, è ritenuto quello di riferimento per questo metallo: dalla fine del XIX secolo, e in particolare dal 1897, mette a disposizione ogni giorno il fixing sul silver e ne definisce il prezzo. Il silver fixing non è altro che la quotazione dell'argento fisico che viene fissata nel momento in cui l'offerta si incontra con la domanda o quando la quantità di once è pari o inferiore a 300mila once troy, che corrispondono più o meno a 300 lingotti di argento.

La valutazione di un gioiello in argento

Compreso in che modo viene stabilito il valore argento, vale la pena di concentrarsi sui gioielli, in cui per altro esso è sempre abbinato ad altri metalli. I parametri che devono essere presi in considerazione per la valutazione di un gioiello in argento sono due, e cioè la percentuale di metallo presente nell'oggetto e la quotazione dell'argento in borsa; un terzo fattore fondamentale è, ovviamente, il peso totale del gioiello. Risale al 2011 il valore storico più alto dell'argento, che in quel periodo era arrivato a 49 dollari e 79 centesimi all'oncia. L'argento puro è l'argento 999, ma sono molte altre le tipologie in cui ci si può imbattere, come per esempio l'argento 800, l'argento 835, l'argento 900 e l'argento 925.

Che cos'è il titolo

Il titolo corrisponde alla quantità di argento che si trova nei gioielli e, in generale, negli oggetti, siano essi nuovi o usati: in pratica equivale alla quantità di argento puro che essi contengono. L'argento puro in gioielleria, come si è detto, viene legato con altri metalli, in modo tale che la resistenza degli oggetti sia più elevata, e ciò si traduce in una maggiore longevità. L'argenteria in genere ha titolo 800, il che vuol dire che è costituita da 800 millesimi di argento puro, mentre l'argento 999 nella maggior parte dei casi è disponibile sotto forma di monete o di lingotti. Per identificare il grado di purezza di un oggetto in argento è sufficiente controllare il punzone con il quale esso è marchiato, che tra l'altro segnala se si ha a che fare con un oggetto solo placcato o costituito da argento anche internamente.

Come viene usato l'argento

L'argento usato può trovare posto in numerosi ambiti, oltre che in gioielleria: i settori della fotografia e dell'elettronica, per esempio, prevedono un impiego consistente di questo metallo, in virtù della sua conducibilità molto alta. Il Messico e il Perù sono tra i Paesi che producono più argento al mondo, insieme con l'Australia, il Canada e gli Stati Uniti.

Per quel che riguarda il valore dell'argento al grammo, esso è determinato dal suo grado di purezza: in linea di massima l'argento 999 ha un valore che è superiore di almeno un terzo rispetto a quello dell'argento 800. Il valore del metallo, tuttavia, varia da un giorno all'altro, proprio come succede per l'oro: ecco perché uno stesso oggetto può valere molto o poco a seconda del periodo di riferimento. 


Eremo