Il rubino, come capire quando รจ di valore

Tutti conoscono il rubino e hanno bene in mente il suo colore intenso e la bellezza delle sue sfumature. Ma come fare a riconoscere se il rubino che è in proprio possesso oppure quello che si intende acquistare è davvero di qualità? Ecco un piccolo vademecum da seguire per non sbagliare investimento. 

Il rubino, una pietra simbolica di grande valore 

Oltre ad essere di rara ed evidente bellezza, il rubino è stato da sempre considerato una pietra di importante valore simbolico. Poiché è considerato il simbolo della regalità, nel corso dei millenni nessuna regina e nemmeno un re hanno rinunciato ad adornare le proprie insegne reali con uno o più rubini. Spesso, però, per il suo colore rosso intenso il rubino è anche scelto come simbolo d'amore, basti pensare che è la seconda pietra più scelta al mondo da incastonare in un anello di fidanzamento. Tanti dei suoi significati sono strettamente legati alla tonalità intensa e passionale che caratterizza questa pietra, tanto che nelle filosofie orientali l'hanno scelta come pietra simbolo di energia e vitalità. Visti i tanti significati, quindi, è normale che il rubino sia spesso stato scelto per adornare gioielli di ogni tipo e per simboleggiare elementi importanti in una relazione come la fedeltà, l'amore ma anche la passione crescente. Viene regalato per auspicare felicità nella vita di chi lo riceve oppure semplicemente come portafortuna. Può essere anche un'oculata forma di investimento, soprattutto se si acquista una pietra di effettivo valore. 

Come si valutano le caratteristiche del rubino

Il rubino è una pietra naturale, una varietà molto dura di corindone che deve la sua colorazione alla presenza di ossido di cromo e a quella di ferro. Il colore è sicuramente la prima caratteristica che gli esperti gemmologi prendono in considerazione per valutare la preziosità di questa gemma. Sulla sua tonalità, però, si deve fare qualche appunto. A differenza di quanto si potrebbe pensare, non esiste una sola tonalità di rosso a contraddistinguere questa pietra, proprio perché il colore si deve alla presenza di elementi come ferro e cromo, quindi molto dipende dalla quantità di elementi che riescono ad infiltrarsi nel corindone. Per questo motivo si possono trovare rubini rosso intenso ma anche alcuni dalle tonalità più chiare, fino ad arrivare ad un rosso talmente intenso da sfociare quasi nel blu: proprio questa tonalità, definita sangue di piccione, è quella più preziosa e rara, che può arrivare a valere fino a 100mila euro a carato

Anche la caratura è una caratteristica fondamentale, poiché le pietre naturali difficilmente riescono a superare i 10 carati di grandezza: per questo motivo le pietre che hanno dimensioni superiori o sono artificiali o di inestimabile valore.  

Il processo per determinare il valore del rubino 

Sul mercato si trovano moltissimi rubini naturali ma anche tante pietre artificiali, che sono state interamente realizzate in laboratorio con l'utilizzo della plastica oppure di origine naturale ma con un colore reso più intenso in modo chimico. Ovviamente queste due ultime tipologie hanno un valore estremamente inferiore rispetto ad una pietra naturale, quella che deve essere scelta per un investimento finanziario. Per questo motivo, se si decide di rivolgersi ad un compro rubino usato bisogna avere l'accortezza di scegliere un operatore che sappia quale iter seguire per una precisa valutazione della pietra. Se la prima strada per capirne il valore è legata ad un'analisi visiva per prendere in considerazione le caratteristiche prima descritte, non ci si può però fermare a questo perché altrimenti si corre il rischio di acquistare una pietra di scarso valore. 

Una serie di altri controlli e verifiche più approfondite, però, si possono fare solo con l'aiuto di strumentazioni specifiche e grazie al know how di valutatori esperti che sappiano come valutare i dati raccolti dai macchinari. 

A chi rivolgersi per la valutazione del rubino usato 

Per non sbagliare investimento ed essere sicuri che la pietra che si desidera acquistare (ma anche quella che si vuole vendere e non si conosce la quotazione di mercato) sia davvero preziosa è bene rivolgersi esclusivamente a chi è del mestiere e conosce tutti i segreti delle pietre preziose, da quelle più comuni alle più rare. A Roma e provincia un nome di riferimento può essere certamente quello di IGR Diamanti Roma  un laboratorio di gemmologia che è da oltre 10 anni il partner di riferimento per clienti privati ma anche per gioiellerie e laboratori orafi che desiderano valutazioni molto veritiere. 

All'interno dello staff ci sono solo esperti gemmologi che hanno a disposizione ogni strumento necessario per analizzare la pietra nella sua interessa ed effettuare una valutazione realistica. I clienti possono rivolgersi a IGR Diamanti Roma sia per acquistare che per vendere un rubino o una qualsiasi altra pietra preziosa: troveranno un personale attento alle esigenze della clientela e pronto a fornire una serie di servizi che soddisfaranno qualsiasi esigenza. Il tutto alle migliori quotazioni di mercato e con la serietà di un operatore che ha fatto della trasparenza e della competenza i suoi tratti più distintivi.


Eremo